True

Vendita di prodotti zootecnici e per la lavorazione delle carni
Filters
x
Quick Filter
x
Fascia di prezzo
1.94
234.31
-
Applica il filtro
Quick Filter

Categoria di prodotto

Processionaria

Efficaci trappole a feromoni per il controllo della  processionaria dei pini. Collari cattura bruchi della processionaria. Facile installazione sugli alberi. Ti consigliamo per l'acquisto.

Prodotti

PROCEREX® Trappola per processionaria del pino Ref.: 3397
37,20 € 37,20 € 37.2 EUR
Il più venduto
PROCEREX® Collare anti-bruchi della processionaria del pino. Ref.: 3399
40,91 € 40,91 € 40.910000000000004 EUR
Occhiali di protezione, anti-condensa Ref.: 332
5,13 € 5,13 € 5.13 EUR
Supplemento 128 cm PROCEREX® Collare anti-bruco Ref.: 4262
29,76 € 29,76 € 29.76 EUR
Guanto in nitrile foderato cottone Ref.: 4043
1,94 € 1,94 € 1.94 EUR
Tuta con cappuccio tessuto non tessuto Ref.: 4042
7,72 € 7,72 € 7.72 EUR
Borsa di ricambio PROCEREX® Collare anti-bruco Ref.: 3401
3,12 € 3,12 € 3.12 EUR
Supplemento 64 cm PROCEREX® Collare anti-bruco Ref.: 3400
17,28 € 17,28 € 17.28 EUR
Il più venduto
Kit collare Procerex Pro (10 pezzi) Ref.: 4627
234,31 € 234,31 € 234.31 EUR

Cos'è la processionaria del pino?

La processionaria del pino (Thaumetopoea pityocampa), è un insetto lepidottero che abbonda nelle pinete di gran parte dell'Europa e dell'America. È il parassita più importante delle pinete mediterranee.


Perché la processionaria del pino è un problema?

La processionaria del pino genera effetti nocivi sia sugli alberi che attacca sia sulle persone e sugli animali che possono avere contatto con essa, soprattutto nella fase di bruco dell'insetto.


Per questi motivi è così importante combattere il parassita al fine di evitare gli effetti dannosi della processionaria sui pini e anche su persone e animali.


Effetto della processionaria sui pini

Nella sua fase di bruco, la processionaria si nutre delle foglie dei pini (aghi), causando una grande defogliazione nell'albero, soprattutto a fine inverno e all'inizio della primavera, che sarà quando i bruchi avranno dimensioni maggiori e una grande voracità.


Questa grande defogliazione indebolirà l'albero in un modo molto importante, essendo indebolito da nuovi parassiti e infezioni.


Effetto della processionaria su persone e animali

I bruchi della processionaria sono ricoperti da peli pungenti che possono generare seri problemi di irritazione, dermatiti o allergie a persone e animali.


Il contatto con peli pungenti può verificarsi direttamente quando si contatta il bruco dell'insetto o per via aerea quando alcuni di questi peli sono sospesi nell'aria nelle vicinanze in cui si trovano i bruchi.


Qual è il ciclo biologico della processionaria del pino?


Questo insetto attraverserà 3 fasi distinte durante lo sviluppo del suo ciclo biologico. In ognuna delle fasi adotta una forma specifica e che condizionerà la lotta contro questo parassita.


Prima fase

In questa fase del suo ciclo biologico, la processionaria presenta la forma di una farfalla ed è questa che permetterà di continuare la riproduzione dell'insetto.


Le farfalle della processionaria di pino si accoppiano in estate e successivamente depongono le uova nelle cime dei pini. La durata di questa fase è molto breve, solo circa 24 ore.


Seconda fase

Questa seconda fase inizierà circa 40 giorni dopo che la farfalla avrà depositato le uova sulle cime degli alberi. Le uova che sono sopravvissute si schiuderanno e da loro emergeranno i bruchi, che è la fase più pericolosa della peste, poiché inizieranno a nutrirsi delle foglie dei pini (defogliazione dell'albero) e genereranno i peli pungenti.


Con l'arrivo del freddo sono raggruppati in sacchetti (hanno un comportamento gregario).


Terza fase

In questa fase i bruchi scendono dalle cime degli alberi e si seppelliscono nel terreno cristallizzandosi all'interno di un bozzolo fino a completare la loro trasformazione in una farfalla per ricominciare il ciclo biologico.


La lotta contro il parassita deve essere adattata a ciascuna delle diverse fasi del suo ciclo biologico.


Come controllare la processionaria del pino nella fase delle farfalle?

In questa fase del suo ciclo biologico, verranno utilizzate trappole a feromoni per evitare il più possibile la riproduzione dell'insetto.


Queste trappole utilizzano un feromone simile a quello generato dalle femmine della processionaria. Questi feromoni attireranno i maschi che verranno catturati nelle trappole, impedendo loro di fecondare le femmine e riducendo così la loro proliferazione.


Come controllare la processionaria del pino nella fase del bruco?

Una volta che la femmina ha deposto le uova sulle cime degli alberi e si schiudono 40 giorni dopo, inizierà la fase del bruco del parassita.


Questa è la fase più dannosa dell'insetto sugli alberi. Nelle loro fasi iniziali come bruco, possono essere attaccati con insetticidi adatti, fondamentalmente formulati con cipermetrina.


La fase finale del bruco sarà quando inizierà la discesa a terra dove saranno sepolti per completare la loro trasformazione in future farfalle.


Sarà in questo momento della discesa quando potranno essere intercettati da barriere fisiche con collari a trappola. Questo metodo consentirà ai bruchi di essere raccolti durante la loro discesa e quindi distrutti.


La distruzione dei nidi dei bruchi, costituiti in sacchi, può essere effettuata rimuovendo i nidi con grande cautela. È essenziale proteggere gli occhi e la pelle dal contatto con i peli pungenti dei bruchi. Questa operazione a causa della sua pericolosità deve essere eseguita con la massima cautela e nei momenti di minore attività dei bruchi. Successivamente, i nidi rimossi devono essere bruciati.



Altri metodi di controllo utilizzati contro la processionaria del pino sono

Endoterapia

È una tecnica che consiste nell'iniettare un fitosanitario nel tronco dell'albero per eliminare le larve. Permette un'elevata protezione di circa 2 anni circa.


Tossina di Baciillus Thuringiensis 

È un metodo che consente di uccidere le larve nelle loro fasi iniziali. È un prodotto innocuo per l'ambiente, ma è efficace solo nella prima fase dello sviluppo del bruco.


In quali periodi dell'anno si svolge il ciclo biologico della processionaria?

  • Da maggio, gli insetti adulti iniziano a svolazzare attraverso le pinete.

  • Nei mesi da luglio ad agosto,la processionaria nei suoi compagni di scena farfalla e le uova si depositano sulle cime degli alberi, principalmente nei pini.

  • Quando le uova si schiudono, le larve (bruchi) rimangono negli alberi protette da sacchetti protettivi (tasche), nutrendosi delle foglie e defogliando l'albero. La processionaria del pino ha il suo massimo pericolo nei mesi invernali, quando è nella seconda fase del suo ciclo biologico. La defogliazione è più significativa nel tardo inverno e all'inizio della primavera, un periodo in cui i bruchi sono più grandi e più voraci.

  • Quando la processionaria è già matura, approssimativamente nei mesi di febbraio e marzo, scende dall'albero per seppellirsi e impuparsi.

  • Tra i mesi di maggio e luglio le farfalle adulte emergono per riprodursi e iniziare un nuovo ciclo biologico (messo negli aghi dei pini).

To install this Web App in your iPhone/iPad press and then Add to Home Screen.